Il poeta sociale

In attesa del nuovo Victor Hugo che raccolga il grido dei "miserabili migranti", ognuno di noi chiamato, almeno, a provare ad essere poeta.


Roberto Casi

9/6/2014

 

  <indietro